Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Strumenti personali
Home Scenari di esposizione e SDS Caratterizzazione del rischio (capitoli) Cenni di tossicologia dell’Acetone

Cenni di tossicologia dell’Acetone

Sulla base dei dati esistenti, gli endpoint associati all’esposizione da acetone sono  principalmente i seguenti:

 

  • irritazione degli occhi e delle vie respiratorie;
  • nefrotossicità;
  • effetti ematologici;
  • neurotossicità;
  • effetti sul sistema riproduttivo maschile.

 

Gli effetti sugli uomini a seguito di esposizione inalatoria sono stati studiati e generalmente si manifestano a concentrazioni di 500 ppm o superiori. Alcuni degli effetti sono soggettivi, come ad es. irritazione degli occhi e il naso, sbalzi di umore e nausea.

Poiché gli effetti si manifestano durante l’esposizione e scompaiono al termine dell’esposizione, essi sono determinati dalla sostanza piuttosto che dai metaboliti. Dati inerenti gli effetti neurotossici sono limitati all’esposizione inalatoria. Gli effetti neurotossici individuati negli uomini sono moderati e transitori.

Le principali vie attraverso le quali le sostanze possono penetrare nel corpo sono i polmoni, il tratto gastrointestinale e la cute. L’acetone ha un alto potenziale di assorbimento per via inalatoria e per via orale, derivante dalle sue caratteristiche chimico- fisiche. 

Controverse sono le opinioni circa  il suo potenziale di assorbimento per via orale: si può comunque ritenere che l’alta volatilità dell’acetone riduca l’assorbimento per via dermica.

Gli studi effettuati sull’acetone non evidenziano proprietà cancerogene.

 

pagina iniziale

 

pagina precedente    pagina successiva

 

 

Azioni sul documento